18.207.238.169 @ 2019/12/10 07:08:41
Coppa del Mondo di Sci Alpino 2020

IL CYBERNAUTA
Internet e dintorni

Panoramica degli Online Web Calculators, ovvero procedure in grado di effettuare qualsiasi tipo di calcolo nei più svariati settori della nautica, meteorologia ed astronomia.

Articolo di
Paolo Ciraci

Pubblicato su nautica
430-Febbraio 1998

Aggiornamento: 2019/05/18 09:59:07

"Il Cybernauta", la rubrica mensile da cui è tratto il presente articolo, è stata pubblicata sulla rivista Nautica da Novembre 1995 (n. 403) fino ad Ottobre 2001 (n. 474) ed aveva come tema conduttore il rapporto tra la nautica, la meteorologia e la rete Internet. Considerata pertanto la materia in continua e frenetica evoluzione, alcune delle informazioni fornite possono risultare oggi obsolete ed andrebbero pertanto utilizzate soprattutto a fini storici.

Rivista Nautica - Mensile Internazionale di Navigazione

Per contattare direttamente il Cybernauta: Mailto@cybernauta

Risposte alle domande più frequenti: FAQ@cybernauta

Il Cybernauta è presente anche su Twitter: Twitter@cybernauta

CONTARE SU INTERNET

Era la fine del 1993 quando ebbi finalmente modo di visionare una delle prime copie di un browser per il sistema operativo Windows.

Già da alcuni mesi erano attivi sperimentalmente i primi siti web di enti governativi o di università americane consultabili esclusivamente con programmi tipo Lynx, un browser operante in "modo testo" disponibile sui sistemi Unix e quindi non destinato al grande pubblico. Il primo significativo passo in avanti fu la nascita di Mosaic, anch'esso nato per Unix ma ben presto disponibile anche per Windows, che introdusse la modalità grafica per cui sulla stessa schermata potevano essere visualizzati contemporaneamente testi ed immagini. Il sistema ebbe subito un grosso successo tanto che Mosaic divenne all'epoca sinonimo stesso di Internet.

Sono passati da allora soltanto quattro anni, eppure dal punto di vista dell'evoluzione del software, soprattutto di quello utilizzabile su Internet, può sembrare un'eternità. In particolare il browser non è più quel semplice visualizzatore di elementari pagine web, ma si è trasformato in un potente strumento per interagire con i server remoti ed eseguire localmente applicazioni complesse che, fino a pochissimo tempo fa, richiedevano programmi dedicati.

Tra le applicazioni che sfruttano in pieno le funzionalità dei moderni browser ci sono i cosiddetti "Online Web Calculators", ovvero procedure in grado di effettuare qualsiasi tipo di calcolo nei più svariati settori. Si va dalle equazioni matematiche alle conversioni di misura, dalle formule chimiche ai problemi di fisica, dai calendari perpetui alle diete, dalle tavole finanziarie ai bioritmi in un repertorio enorme ed in continuo accrescimento.

Possiamo suddividere questi calcolatori in due branche principali: le procedure eseguite sul server remoto e quelle eseguite direttamente dal browser sul computer dell'utente. Il primo caso è quello storicamente più vecchio in cui il browser viene sfruttato per l'immissione o la scelta dei dati necessari all'elaborazione e per visualizzarne quindi il risultato; la vera novità è rappresentata invece dalle procedure Javascript e Vbscript e dagli applet Java, veri e propri programmi a sé stanti scaricati dai vari siti web ed eseguibili direttamente dal proprio computer. In questo caso l'utente può salvare copia del calcolatore che gli interessa ed attivarlo in ogni momento dal proprio browser, molto spesso senza alcun bisogno di doversi collegare al proprio provider.

Nel vasto campionario di calcolatori disponibili su Internet i diportisti nautici possono trovarne moltissimi interessanti ed utili. Non posso per ovvie ragioni di spazio elencarli e descriverli tutti, mi limiterò pertanto a segnalarvene alcuni che potranno ispirare le vostre navigazioni.

L'Università del Sud Carolina ha da tempo in linea una procedura per il calcolo delle maree in ogni parte del mondo basata su Xtide 1.5b, programma per Unix di David Flater. Per l'Italia è presente soltanto Venezia ma, considerato che esiste la versione 1.6.3 di Xtide dove sono disponibili molte più costanti armoniche relative al Mediterraneo e che l'autore sta da tempo lavorando alla versione 2 del programma, si intuisce che presto avremo online anche altre località italiane. La procedura ha il pregio di coniugare perfettamente la semplicità di utilizzo con la versatilità, dando all'utente la possibilità di scegliere le modalità di visualizzazione dei dati calcolati sia in forma grafica che testuale.

Tra i moltissimi documenti tecnici mantenuti in linea, l'USNO (United States Naval Observatory) offre agli utenti, soprattutto nella sezione dedicata alle applicazioni astronomiche, numerosi calcolatori tra i quali sono molto conosciuti quelli relativi al calcolo del sorgere e del tramonto del sole e della luna. Le procedure sono in grado di calcolare per ogni giorno dell'anno e per qualsiasi punto del globo, scelto con l'immissione delle coordinate geografiche, i seguenti orari: crepuscoli civili, alba, tramonto e culmine del sole nonché sorgere, culmine e tramonto della luna con alcune informazioni sulle fasi lunari (per le quali comunque segnalo l'Astronomy Calculator di R. T. Black), il tutto formattato in una semplice schermata testuale. Limitatamente alle città americane si possono ottenere delle utili tavole mensili contenenti i dati sopra indicati; peccato che non abbiano voluto mantenere questa possibilità, dopo averla prevista, anche per tutte le altre località del mondo.

Altro interessante calcolatore è SunComputer 3.2, un applet Java inserito nel progetto Careware di Peter Lutus. Questa nuova versione del programma (la precedente era scritta in Javascript) permette di scegliere la località sia con l'inserimento delle coordinate geografiche sia cliccando su una mappa del mondo. Il calcolatore, a mio parere il migliore nella sua categoria, produce gli orari del sorgere, tramonto, culmine, crepuscolo (civile, nautico e astronomico) e la durata del giorno, generando anche utili tabelle annuali dei principali fenomeni elaborati.

Anche la cartografia dispone di calcolatori online tra cui ricordo MapMaker, una interfaccia Web per GMT 3.0 (Generic Mapping Tool), uno dei più noti programmi per Unix sviluppato da Paul Wessel e Walter Smith. MapMaker è in grado di produrre carte con un buon livello di dettaglio e, soprattutto, con ben 18 tipi di proiezioni diverse (Mercatore, stereografica, ortografica, azimutale, ecc.). Tali carte, pur non avendo alcuna validità per la navigazione, possono tuttavia risultare utilissime in molteplici situazioni. Sempre in ambito cartografico, ma non esclusivamente in questo, si inquadrano i numerosi calcolatori della distanza tra due località o tra due punti geografici basati in genere sul metodo del grande circolo. Tra questi ricordo il famosissimo sito "How far is it?".

Esistono inoltre convertitori di coordinate geografiche, procedure di supporto al GPS (ad esempio i localizzatori dei satelliti in vista), calcolatori della forma a dimensione ottimale delle antenne radio e programmi per la pratica nell'alfabeto Morse. Inoltre non mancano le formule meteorologiche, quelle per il calcolo della velatura, della resistenza all'avanzamento delle imbarcazioni e quelle per la scelta della giusta elica.

Concludo questa breve rassegna segnalando il "Calculators On Line Center", utilissimo sito web gestito da Jim Martindale, dove vengono ottimamente catalogati migliaia di calcolatori disponibili su Internet: al momento di scrivere questo articolo ne venivano elencati ben 5340.

Insomma, sempre di più Internet si dimostra uno strumento su cui... contare.

Paolo Ciraci Il Cybernauta
Salone Nautico di Genova
K16PC71-articoli