3.227.235.220 @ 2019/09/15 12:22:59
Vuelta a España 2019 - Il Ciclismo in Cifre

IL CYBERNAUTA
Internet e dintorni

Rassegna delle carte meteorologiche, pilot chart e meteofax disponibili gratuitamente sulla rete Internet.

Articolo di
Paolo Ciraci

Pubblicato su nautica
408-Aprile 1996

Aggiornamento: 2019/05/18 09:59:07

"Il Cybernauta", la rubrica mensile da cui è tratto il presente articolo, è stata pubblicata sulla rivista Nautica da Novembre 1995 (n. 403) fino ad Ottobre 2001 (n. 474) ed aveva come tema conduttore il rapporto tra la nautica, la meteorologia e la rete Internet. Considerata pertanto la materia in continua e frenetica evoluzione, alcune delle informazioni fornite possono risultare oggi obsolete ed andrebbero pertanto utilizzate soprattutto a fini storici.

Rivista Nautica - Mensile Internazionale di Navigazione

Per contattare direttamente il Cybernauta: Mailto@cybernauta

Risposte alle domande più frequenti: FAQ@cybernauta

Il Cybernauta è presente anche su Twitter: Twitter@cybernauta

OLTRE IL SATELLITE...

Dopo aver passato in rassegna nelle precedenti puntate i siti che diffondono su Internet le immagini del Meteosat e dei satelliti polari, concludiamo questo "trittico" dedicato alla meteorologia con le carte meteo.

Le immagini da satellite sono sì importanti ai fini delle previsioni del tempo ma da sole non sono assolutamente sufficienti. Occorre conoscere anche i dati relativi alla pressione, temperatura, umidità, forza e direzione del vento, ecc. Anche per questo tipo di Informazioni, internet si dimostra un valido punto di riferimento.

Nella nostra navigazione fra i siti che forniscono carte meteorologiche partiamo dall'European Centre for Medium-range Weather Forecasts (ECMWF). Il centro di elaborazione cui fanno riferimento tutti i servizi meteorologici europei, creato nel 1973 a seguito di una convenzione cui ora aderiscono ben 18 paesi europei, è operativo dal 1979. L'ingresso su Internet è, naturalmente, molto più recente.

Nel centro situato a Reading, una località situata a circa 80 chilometri a ovest di Londra, lavorano oltre 140 tra scienziati e tecnici, tutti appartenenti ai paesi membri della convenzione. Per le elaborazioni sono a disposizione due potenti computer CRAY (un C90 e un T3D) e nei prossimi mesi è prevista l'entrata in funzione di un supercomputer Fujitsu (serie VPP). Tali potenti computer sono necessari per poter elaborare quotidianamente dei sofisticatissimi modelli matematici in grado di prevedere la circolazione atmosferica con una proiezione fino a dieci giorni.

Tra i moltissimi dati elaborati vengono messi a disposizione del pubblico su Internet quattro tipi diversi di carte: Nord-Atlantico al suolo, Nord-Atlantico a 500 hPa, Emisfero nord a 500 hPa e Emisfero sud a 500 hPa.

Per ognuna delle carte è diponibile la previsione a 3, 4, 5, 6 giorni in formato GIF, PNG e postscript (a seconda della qualità che si desidera) per un totale, quindi, di 48 immagini al giorno.

Oltre a fornire carte elaborate in proprio l'ECMWF provvede a diffondere dati grezzi che vengono elaborati da vari enti ed istituzioni. Fra questi il primo da citare è senza dubbio la Purdue University.

Il sito si trova in Indiana (USA) ed è il più fornito archivio di carte meteorologiche disponibili su Internet. Ogni giorno vengono elaborate centinaia di carte diverse e anche se la maggiornaza è relativa al Nord America, l'Europa è comunque ben rappresentata. Artefice di tale abbondante produzione è il WXP, una raccolta di programmi per computer messi a punto dal Dipartimento di scienze terrestri e atmosferiche presso la stessa Università.

Tra le carte riguardanti l'Europa ricordiamo innanzi tutto le carte isobariche elaborate in base al modello ECMWF sia a 850 hPa sia a 500 hPa e al suolo nella stessa carta. Tali carte vengono elaborate giornalmente con previsioni fino a 7 giorni.

Le carte, tutte in formato GIF, sono scaricabili sia singolarmente sia raggruppate in un'unica immagine ridotta per tutti i giorni cui fa riferimento la previsione. Sono inoltre disponibili dei file riepilogativi in cui la previsione è spinta fino a 10 giorni.

Un'altro sito molto interessante e ben fornito di dati meteo è naturalmente quello curato direttamente dal National Weather Service (NWS) che mette a disposizione del pubblico di Internet tutti i propri meteofax normalmente trasmessi dai tradizionali canali di diffusione: radio HF/VHF, satellite ecc. I fax sono codificati in formato TIFF G3 e necessitano di opportuni programmi di visualizzazione disponibili su Internet. Trattandosi di un servizio meteorologico americano la maggioranza delle carte si riferisce al Nord America ma è comunque possibile ricevere dei fax d'interesse per il nostro continente.

Sono sicuramente da citare altri tre siti americani molto importanti per quantità e qualità di dati meteorologici forniti: l'Università di Illinois a Urbana-Champaign, la Florida State University e, soprattutto, l'Università del Michigan. In particolare quest'ultimo sito prevede, fra l'altro, la diffusione in tempo reale di dati meteorologici (temperatura e condizioni climatiche) per tutte le città del mondo regolarmente aggiornati ogni ora. Il sito può essere consultato direttamente con il proprio browser oppure molto più comodamente con qualcuno dei programmi predisposti proprio a questo scopo. Per esempio molto efficiente e simpatico è il WinWeather (per windows) che automaticamente si collega all'Università del Michigan, richiede i dati d'interesse e li visualizza sullo schermo del computer avvalendosi anche di piccole immagini in movimento (icone) atte a simulare le condizioni del tempo sulle varie città.

Concludiamo questa breve rassegna con la Penn State University che, tra l'altro, dispone dei dati inviati automaticamente dalle boe meteorologiche e dei rapporti "ships" trasmessi dalle navi. I dati, aggiornati ogni 15 minuti e conservati per 36 ore, comprendono le seguenti informazioni: data e ora, latitudine e longitudine, temperatura, pressione, forza e direzione del vento, temperatura del mare e, per le navi, il "call-sign" della nave che ha trasmesso il rapporto. Su Nautica On Line abbiamo predisposto un link diretto al database dell'ITU per decodificare i call-sign e scoprire così di quale nave si tratta. Purtroppo, per quanto riguarda il Mediterraneo, non sono molte le navi che trasmettono rapporti meteo.

Come al solito su Nautica On Line troverete già pronti tutti i collegamenti ai siti appena descritti più, naturalmente, molti altri che lo spazio sempre tiranno non ci ha permesso di passare in rassegna.

Paolo Ciraci Il Cybernauta
Salone Nautico Internazionale di Genova
K16PC71-articoli