54.163.20.57 @ 2018/11/14 12:48:12

il Cybernauta
Internet e dintorni

A cura di Paolo Ciraci:
consulenza informatica, meteorologia e nautica ed inoltre sport, tempo libero, turismo, enogastronomia, bricolage e termoidraulica. Ideazione, creazione e gestione di siti web, servizi Internet e social network, ICT/EDP manager & SEO.

Aggiornamento sito
2018/11/13 17:32

FIS World Cup 2019 - Coppa del Mondo di Sci Alpino

Coppa del mondo femminile 2019

1. Tessa Worley (FRA)
2. Federica Brignone (ITA)
3. Mikaela Shiffrin (USA)

Coppa del mondo maschile 2018

1. Marcel Hirscher (AUT)
2. Henrik Kristoffersen (NOR)
3. Aksel Lund Svindal (SUI)

Le ultime notizie in ambito clima e meteo, nautica, sport e tempo libero in collaborazione con gli amici di Termoidraulica Coico, Termoidraulica Nigrelli, Pescetelli Impianti e Coico+3 Articoli Termoidraulici, aziende di Roma specializzate nella fornitura, manutenzione ed installazione di impianti di riscaldamento, condizionamento e climatizzazione, gas e termoclima, pannelli solari termici e fotovoltaici, caldaie e climatizzatori.

Potete contattare il Cybernauta via e-mail: Mailto@cybernauta

Il Cybernauta è presente anche su Twitter: Twitter@cybernauta

Si ricorda che le risposte alle domande più frequenti sono disponibili nelle FAQ.

Novità e notizie n. 27

  • Lindsey Vonn superlativa anche in gigante ad Åre

    Clomoroso sotto certi aspetti lo slalom gigante femminile in programma oggi ad Åre (Svezia) che salutava il ritorno in Europa della Coppa del Mondo dopo le due settimane della trasferta negli Stati Uniti e Canada. Ebbene ha trionfato anche oggi Lindsey Vonn, giunta al quarto successo consecutivo della stagione. Si tratta per la grandissima campionessa americana del primo successo nella specilità dopo quasi tre anni (Maribor, gennaio 2013) e quarto in assoluto sul totale di 71 vittorie collezionate finora, grande prova della forza e dello stato di forma della Vonn in questa edizione della Coppa del Mondo. Ma l'evento ancora più clamoroso della giornata è però la mancata pertecipazione al gigante dell'altra grandissima protagonista della stagione, Mikaela Shiffrin, che non si è presentata al cancelletto di partenza. La giovane americana infatti si è infortunata al ginocchio destro per una caduta nella discesa di prova durante il riscaldamento ed è stata trasportata in ospedale per accertamenti sulle sue condizioni. La gara ha così perso un'assoluta protagonista che con tutta probabilità oggi si sarebbe ripresa la testa della classifica generale. A tenere compagnia sul podio alla Vonn sono salite oggi l'austriaca Eva-Maria Brem e la nostra bravissima Federica Brignone che grazie ad una vittoria e due terzi posti ottenuti quest'anno nei tre giganti finora disputati mantiene saldamente la leadership della specialità. Bene oggi anche Marta Bassino (9ª) e Manuela Moelgg (14ª). Completano la seconda manche anche altre tre rappresentanti del nostro "squadrone" di gigante (10 azzurre alla partenza) tra cui si mette in evidenza Sofia Goggia (21ª) che dopo gli infortuni degli scorsi due anni sembra aver definitivamente abbandonato le specialità veloci per dedicarsi soprattutto al gigante. In classifica generale dunque Lindsey Vonn allunga su Mikaela Shiffrin e sull'elevetica Lara Gut oggi soltanto 13ª. Domani ad Åre è in programma lo slalom speciale orfano della Shiffrin infortunata e della Vonn che da tempo non è più competitiva in questa specilità visto che le sue due uniche vittorie le ha ottenute ad inizio carriera (Levi 2008 e Garmisch Partenkirchen 2009). Spazio quindi alle comprimarie...

    2015/12/12 15:18

  • Hirscher trionfa anche nel gigante della Val d'Isere

    Dopo la lunga trasferta americana in Canada e Stati Uniti il circo bianco della FIS World Cup 2016 è rientrato in Europa con gli uomini impegnati oggi in Val d'Isere (Francia) dove era in programma uno slalom gigante. Dopo la vittoria di domenica scorsa a Beaver Creek l'austriaco Marcel Hirscher si è imposto anche oggi sul ripido tracciato francese dando come sempre prova di una superiorità assoluta su qualunque avversario. Distaccato infatti di oltre un secondo è salito sul podio per la prima volta in stagione il tedesco Felix Neureuther, autore comunque di una buona prestazione, mentre al terzo posto si è piazzato il francese Victor Muffat-Jeandet, ormai stabilmente tra i migliori della specialità. Se Hirscher ormai non fa quasi più notizia chi oggi ha fatto notizia, purtroppo in negativo, è stato Ted Ligety. Lo statunitense, uno dei più grandi gigantisti della storia, non è riuscito a qualificarsi per la seconda manche pare a causa di forti dolori alla schiena che già lo affliggevano dalle gare della scorsa settimana quando infatti non era riuscito a concludere il gigante casalingo di Beaver Creek. Nonostante il passo falso odierno Ligety mantiene il terzo posto nella classifica generale di coppa del mondo che vede da oggi al comando Hirscher che ha scavalcato il norvegese Aksel Lund Svindal oggi non presente al via dello slalom gigante. Per quanto riguarda la prestazione odierna degli italiani da segnalare l'ottimo 6° posto di Giovanni Borsotti al suo migliore piazzamento della carriera. Bene Roberto Nani (8°) mentre finisce nei quindici anche Manfred Moelgg. Completano inoltre la seconda manche Florian Eisath (17°), Simon Maurberger (21°) al primo piazzamento in carriera e Riccardo Tonetti (22°). Domani in Val d'Isere è in programma lo slalom speciale con un solo favorito come sempre... Marcel Hirscher.

    2015/12/12 15:10

  • Hirscher strepitoso nel gigante di Beaver Creek

    Marcel Hirscher si è aggiudicato oggi sulla Birds of Prey di Beaver Creek (USA) il suo primo slalom gigante della stagione grazie a due splendide discese, al solito pettorale favorevole (n. 2) ed alla moltitudine di errori che hanno messo fuori gioco tutti i principali protagonisti della specialità nella prima e nella seconda manche. Sono infatti usciti nella prima discesa i primi due classificati del gigante di apertura di Soelden ovvero lo statunitense Ted Ligety ed il francese Thomas Fanara nonché l'altro grande specialista francese Alexis Pinturault, che potevano tutti vantare intertempi migliori di quelli fatti segnare da Hirscher. Nella seconda manche poi è stata clamorosa l'uscita a poche porte dalla fine del tedesco Stefan Luitz, secondo nella prima a 15 centesimi dal campione austriaco, quando aveva segnato tempi intermedi eccezionali. Sul podio pertanto dopo Hirscher sono saliti nell'ordine il francese Victor Muffat-Jeandet ed il norvegese Henrik Kristoffersen. Buona nel complesso la prestazione degli italiani con Florian Eisath (6°), Riccardo Tonetti (8°, migliore piazzamento in carriera) e Luca De Aliprandini (13°). Ben otto azzurri si sono qualificati per la seconda manche e sette hanno concluso la prova nei primi 24 posti. Con l'impronosticata doppietta realizzata da Hirscher a Beaver Creek il campione austriaco si porta al secondo posto della classifica generale di Coppa del Mondo ed inizia ad insidiare la leadership di Aksel Lund Svindal (non partito nel gigante odierno) mentre scende al terzo posto Ted Ligety. Con la gara di oggi è terminata la lunga trasferta americana e si torna in Europa. Il prossimo weekend gli atleti saranno impegnati in Val d'Isere (Francia) dove sono in programma uno slalom gigante ed uno slalom speciale, terreno dunque per Hirscher.

    2015/12/06 22:55

  • Lindsey Vonn trionfa ancora a Lake Louise

    Dopo i due successi consecutivi nelle discese libere di venerdi e sabato oggi Lindsey Vonn si è ripetuta anche nel Super-G in programma sulla Men'Olympic di Lake Louise (Canada). Con il successo odierno la campionessa americana raggiunge le 70 vittorie in Coppa del Mondo e pertanto, dopo aver superato la scorsa stagione il record di Annemarie Moser-Proell (62 vittorie) comincia ad inquadrare nel mirino anche quello assoluto di Ingemar Stenmark (86 vittorie). Se continua con questo ritmo non è detto che in un paio di stagioni la Vonn possa superare anche l'eccezionale record del campionissimo svedese. Alla gara odierna ha partecipato anche l'altra grande protagonista della stagione, la statunitense Mikaela Shiffrin che in una specialità certo non sua è comunque riuscita ad entrare nelle quindici scendendo con naturalezza e senza rischiare assolutamente nulla. Al secondo posto si è classificata a sorpresa l'austriaca Tamara Tippler mentre anche oggi è salita sul podio la connazionale Cornelia Huetter che può certo dirsi soddisfatta della sua trasferta a Lake Louise dove ha ottenuto un secondo e due terzi posti. Anche oggi un'italiana è finita ai piedi del podio: dopo il quarto posto di ieri di Nadia Fanchini (oggi 9ª) è stata la volta di Johanna Schnarf finita a soli 14 centesimi dalla Huetter. Bene anche Francesca Marsaglia (11ª). In virtù dei risultati odierni Lindsey Vonn conquista la testa della classifica generale di Coppa del Mondo scavalcando Mikaela Shiffrin cui non sono bastati i 16 punti agguantati oggi per conservare la leadership provvisoria mentre mantiene la terza posizione l'elevetica Lara Gut, non brillantissima in tutta la trasferta canadese. Ora il circo bianco torna in Europa. Il prossimo weekend ad Are (Svezia) sono in programma slalom gigante e slalom speciale, terreno per la Shiffrin dunque ma la Vonn non starà certo a guardare e sicuramente in gigante darà del filo da torcere alla giovane connazionale.

    2015/12/06 22:45

  • Lindsey Vonn stratosferica a Lake Louise

    Come previsto la grandissima Lindsey Vonn ha concesso il bis aggiudicandosi anche la seconda discesa libera consecutiva disputata oggi a Lake Louise (Canada). La grande campionessa americana non ha avuto come al solito rivali conducendo la gara con una eccezionale progressione misurata dagli intertempi sempre in vantaggio crescente sulle avversarie con la seconda classificata, la svizzera Fabienne Suter, finita ad oltre un secondo di ritardo. Sul podio è salita anche anche oggi l'austriaca Cornelia Huetter, ieri seconda, che evidentemente gradisce particolarmente la Men's Olympic di Lake Louise. Chi sicuramente gradisce la pista è Lindsey Vonn che subito dopo aver tagliato vittoriosa il traguardo per il secondo giorno consecutivo la si è sentita esclamare tramite il microfono d'ambiente della telecamera qualcosa tipo "I love this place!". Peccato per la nostra brava Nadia Fanchini che si è piazzata subito ai piedi del podio dopo una buona prestazione. Nelle quindici finiscono anche Elena Curtoni (12ª) ed Elena Fanchini (15ª). Sul podio virtuale della classifica generale della Coppa del Mondo sale quindi al terzo posto La Vonn, dietro la connazionale Mikaela Shiffrin e l'elvetica Lara Gut oggi soltanto ottava. Domani a Lake Louise è in programma il Super-G cui parteciperà anche la Shiffrin per difendere gli 80 punti di vantaggio che vanta al momento sulla Vonn che presumibilmente avrà tutta l'intenzione di infilare il terzo successo consecutivo. Sarà una gara tutta da vedere...

    2015/12/05 22:58

  • Sorpresa Hirscher nel Super-G di Beaver Creek

    Mentre tutti scommettevano sul quarto successo di fila per Aksel Lund Svindal nella Coppa del Mondo 2016 approfittando del Super-G in programma oggi a Bever Creek (USA) le condizioni meteo, la giuria ed il tracciatore austriaco hanno invece favorito e di molto il suo grande rivale Marcel Hirscher. A causa della nevicata e della scarsa visibilità infatti la partenza della gara è stata notevolmente abbassata fino al Golden Eagle, tagliando così completamente il muro e con esso tutta la parte più difficile della Birds of Prey. Inoltre il tracciatore, l'austriaco Winkler, evidentemente per favorire Hirscher ha disegnato un percorso molto stretto, molto più simile ad uno slalom gigante che ad un Super-G. Anche il numero di partenza (4) era molto favorevole al campione austriaco come sempre molto fortunato con il sorteggio dei pettorali di partenza. Infatti mentre si pensava che i primi numeri sarebbero stati penalizzati in quanto costretti a fare da "spazzaneve" per le discese successive, l'intensificarsi della nevicata invece ha sfavorito tutti i migliori a partire dai due favoriti norvegesi Svindal e Jansrud. Naturalmente Hirscher non ha "rubato nulla", la sua discesa vittoriosa l'ha fatta ed anche alla grande fra l'altro sopravanzando quello che è forse il più grande gigantista di tutti i tempi, lo statunitense Ted Ligety. Non ha terminato invece la gara l'altro grande gigantista in gara, il francese Alexis Pinturault mentre stava scendendo sugli stessi tempi di Hirscher. Al terzo posto si è piazzato l'unico vero supergantista presente sul podio, l'altro americano Andrew Weibrecht, al suo primo podio in Coppa del Mondo nonostante le due medaglie nella specialità alle Olimpiadi di Vancouver 2010 (bronzo) e Sochi 2014 (argento). Del buon numero di partenza (1) ha approfittato anche il nostro Mattia Casse piazzatosi al quarto posto, migliore risultato in carriera. Opaca la prestazione di tutti gli altri in una gara comunque non giudicabile ed ai limiti della regolarità. In classifica generale, saldamente condotta da Svindal, è salito al secondo posto Ligety scavalcando il nostro Peter Fill oggi soltanto 26°. Domani a Beaver Creek è in programma il gigante "vero" e chissà se qualcun'altro "non previsto" riuscirà a fare qualche brutto scherzo ad Hirscher...

    2015/12/05 22:50

  • Una spettacolare Lindsey Vonn trionfa a Lake Louise

    Finalmente è tornata! La supercampionessa americana Lindsey Vonn, dopo una serie di infortuni che le hanno pregiudicato la scorsa stagione, Mondiali di Vail 2015 compresi. Per la Vonn si tratta della vittoria n. 68 in Coppa del Mondo con cui distacca sempre di più il precedente record dell'austriaca Annemarie Moser-Proell (62 vittorie) anche se va sempre ricordato che all'epoca della Proell non esisteva il Super-G, specialità in cui la statunitense ha ottenuto ben 24 vittorie (quindi 68-24=44 contro 62). La Vonn si è imposta con una superiorità ed una disinvoltura eccezionali nonostante una vistosa spigolatura a metà gara e le condizioni meteo (forte vento e nuvole sparse a coprire a tratti il sole) fossero diventate sfavorevoli dopo una dozzina di atlete al via. Infatti la Vonn è l'unica del primo gruppo di merito ad aver ottenuto un buon piazzamento, tutte le altre si sono dovute accontentare di posizioni di rincalzo. A tener compagnia alla statunitense sul podio sono salite nell'ordine le due austriache Cornelia Huetter e Ramona Siebenhofer. L'elvetica Lara Gut è stata forse quella che più ha risentito delle peggiorate condizioni meteo e non è andata oltre il 6° posto, risultato che comunque le ha consentito di scavalcare in classifica generale la nostra Federica Brignone che ora è quarta. Saldamente in testa ovviamente è sempre Mikaela Shiffrin davanti all'altra slalomista Frida Hansdotter. Buono complessivamente il piazzamento delle discesiste azzurre, orfane della Merighetti infortunatasi in prova e tornata in Italia, con tre nostre rappresentanti nelle prime quindici: Nadia Fanchini (8ª), Verena Stuffer (9ª) ed Elena Fanchini (15ª). Domani a Lake Louise è in programma una seconda discesa libera con Lindsey Vonn attesa a concedersi il bis.

    2015/12/04 23:10

  • Tripletta di Svindal a Beaver Creek

    Il weekend di Coppa del Mondo a Beaver Creek (USA) comincia come si era concluso il precedente a Lake Louise: Aksel Lund Svindal infila il suo terzo successo consecutivo aggiudicandosi la discesa libera maschile sulla ormai mitica e difficile Birds of Prey / Golden Eagle sede dei recenti Mondiali di Vail 2015. Il norvegese si è imposto perentoriamente sul connazionale Kjetil Jansrud e sul francese Guillermo Fayed. Svindal ha così consolidato la propria supremazia al comando della classifica generale tanto che gli austriaci, evidentemente preoccupati che Svindal possa impensierire troppo Marcel Hirscher impegnato nella conquista della sua 5ª Coppa del Mondo consecutiva, stanno cercando in tutti i modi di "convincere" la FIS a far recuperare da qualche parte lo slalom cancellato a Levi (Finlandia), gara che sarebbe ovviamente favorevole al campione austriaco. Staremo a vedere ma probabilmente gli austriaci riusciranno nel loro intento, come sempre del resto. Tornando alla gara odierna abbastanza buona la prestazione degli italiani con il migliore, Christof Innerhofer, classifcato al 7° posto. Qualcosa in più si sperava da Peter Fill, oggi "soltanto" ottavo, dopo i due podi ottenuti la scorsa settimana i Canada. Un piazzamento comunque che consente al carabiniere di Castelrotto di mantenere il secondo posto nella classifica generale racchiuso tra i due norvegesi Svindal e Jansrud. Soltanto 20° Dominik Paris che quest'anno non sembra aver ancora raggiunto la forma dimostrata nella scorsa stagione mentre buo 24° si piazza Matteo Marsaglia. Molto più indietro tutti gli altri. Domani a Beaver Creek si replica con un Super-G che vede Svindal come al solito favorito su tutti gli altri.

    2015/12/04 23:05

  • Avvisi ai Naviganti vigenti nei mari italiani

    Aggiornati gli Avvisi ai Naviganti in vigore in ognuno dei 15 settori marittimi italiani recanti le informazioni nautiche pubblicate nel fascicolo quindicinale n. 23/2015 edito dall'Istituto Idrografico della Marina (IIM). L'archivio aggiornato comprende ora 94 avvisi relativi a 66 località.

    2015/12/02 19:08

  • Agenda Nautica 2016

    Aggiornamento del calendario internazionale delle manifestazioni nautiche. Diario giornaliero delle regate veliche e delle altre competizioni sportive, saloni nautici, meeting, fiere e tutti gli altri eventi nautici in programma nel 2016 in Italia e in tutto il mondo.

    2015/12/01 18:48

  • Popolarità delle riviste nautiche italiane

    Aggiornato con i dati relativi al mese di novembre 2015 il grafico delle percentuali di gradimento da parte dei lettori delle riviste di nautica italiane comprese nel consueto confronto mensile degli argomenti trattati: Bolina, il Gommone, Giornale della Vela, Nautica, Vela e Motore.

    2015/12/01 13:10

  • Eventi nautici, regate e saloni

    Aggiornamento dell'agenda nautica internazionale delle manifestazioni nautiche. Diario giornaliero delle regate veliche e delle altre competizioni sportive, saloni nautici, fiere, meeting e tutti gli altri eventi nautici in programma in Italia e nel mondo.

    2015/12/01 09:50

  • Giochi Olimpici 2024, Amburgo ritira la candidatura

    I cittadini di Amburgo (Germania) con un referendum popolare hanno espresso a maggioranza (51.6%) parere negativo alla candidatura della città tedesca ad ospitare nel 2024 la XXXIIIª edizione dei Giochi Olimpici estivi. Ricordiamo che Amburgo faceva parte del lotto di 5 candidate ufficializzate lo scorso 16 settembre dal presidente del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) Thomas Bach insieme a Roma, Budapest (Ungheria), Los Angeles (Stati Uniti), Parigi (Francia). E' la seconda volta in due anni che una città tedesca si esprime negativamente sui Giochi Olimpici. Nel 2013 infatti fu Monaco di Baviera a rinunciare in seguito ad un referendum ai Giochi Invernali 2022 poi assegnati dal CIO a Pechino (Cina). La decisione finale sulle Olimpiadi 2024 verrà adottata durante la 130ª sessione del CIO in programma a Lima (Perù) a settembre 2017.

    2015/11/30 09:25

  • Mikaela Shiffrin, regina incontrastata dello slalom

    Ormai la campionessa americana Mikaela Shiffrin non fa più notizia in seguito alle sue vittorie nello slalom speciale ma semmai in base al distacco che riesce ad infliggere alle sue avversarie. Nel secondo slalom consecutivo conquistato oggi ad Aspen (Colorado, USA) la giovane statunitense ha limitato il margine sulla seconda classificata, la svedese Frida Hansdotter, a soli, si fa per dire, due secondi e 65 centesimi, qualcosa in meno quindi del distacco record di oltre tre secondi della gara di ieri. Al terzo posto oggi la rappresentante della Repubblica Ceca Sarka Strachova mentre non conclude la prima manche la seconda di ieri, la slovacca Veronika Velez Zuzulova che addirittura nel primo intertempo era in vantaggio sulla Shiffrin. Una parola andrebbe spesa su Frida Hansdotter ormai soprannominata "eterna seconda" per gran numero di piazzamenti sul podio (17) che è riuscita a collezionare negli ultimi anni. Purtroppo la brava atleta svedese (30 anni fra due settimane), arrivata alla piena maturità agonistica ed all'eccellenza nello slalom speciale (due vittorie a Flachau 2015 e Kraniska Gora 2014) si è trovata di fronte il talento travolgente di Mikaela Shiffrin, forse la migliore slalomista di tutti i tempi a vent'anni già campionessa olimpica e bi-campionessa mondiale. Tornando alla gara odierna malissimo le italiane con la sola veterana Manuela Moelgg che è risuscita a completare la gara piazzandosi al 23° posto finale con un distacco di oltre 5 secondi dalla Shiffrin. Alla seconda manche si erano qualificate anche le altre due esperte azzurre Chiara Costazza ed Irene Curtoni ma entrambe non sono riuscite a concludere la seconda prova. In particolare la Costazza, che stava scendendo abbastanza bene, è rimasta apparentemente disorientata da un palo divelto alcune porte prima che le si è presentato davanti in verticale facedole probabilmente sbagliare percorso. Va segnalato infatti che sperimentalmente negli slalom di Aspen la FIS ha voluto sperimentare il "palo singolo" al posto dei classici due pali a delimitare le porte che in pratica non esistono più. C'è solo il vecchio "palo interno" cui bisogna giraci intorno lasciandolo a destra se blu o a sinistra se rosso. Dovrebbe sparire in tal modo la possibilità di "giochetti" dei tracciatori alla Kostelic soprattutto nelle figure verticali che potevano essere affrontate da un lato o dall'altro. Sarà la novità, sarà la qualità costruttiva dei nuovi pali (se ne sono rotti quasi una decina in due manche) ma l'esperimento non appare troppo positivo visto che più di un'atleta, non solo la Costazza, è stata ingannata dal nuovo tipo di tracciatura. Vedremo in futuro quali indicazioni avrà ricavato la FIS dall'esperimento. Intanto le ragazze si trasferiscono in Canada, a Lake Louise, dove nel prossimo fine settimana sono in programma due discese libere ed un Super-G, terreno qiundi per Lindsey Vonn e Lara Gut nel tentativo di contrastare la supremazia incontrastata della regina dello slalom Mikaela Shiffrin.

    2015/11/29 22:43

  • E' Svindal il re di Lake Louise

    Dopo la vittoria per un solo centesimo ieri nella discesa libera Aksel Lund Svindal si è confermato oggi nel Super-G di Lake Louise (Canada). Il campione norvegese ha sfoderato una discesa molto convincente dimostrandosi già in forma eccellente in vista di una stagione che lo vedrà sicuramente protagonista dopo il grave infortunio al tendine d'achille che lo ha tenuto fuori dalle gare nella scorsa edizione della Coppa del Mondo. Al secondo posto si è classificato l'austrico Matthias Mayer mentre sul podio è salito anche oggi il nostro Peter Fill, terzo dopo il secondo posto di ieri in discesa ad un solo centesimo da Svindal. Continua quindi la tradizione favorevole al nostro rappresentante che sulle nevi di Lake Louise ha trovato ben 4 dei suoi 12 piazzamenti sul podio di Coppa del Mondo nonché l'unico successo della sua carriera (discesa libera del 2008). Bene anche gli altri azzurri Dominik Paris (6°) e Mattia Casse (15°) mentre più lontani finiscono Matteo Marsaglia (22°) e Christoff Innerhofer (23°). In virtù dei risultati odierni Svindal consolida la leadership nella classifica generale 2016 con 207 punti davanti proprio a Peter Fill (140 punti) mentre al terzo posto sale Matthias Mayer (112 punti). I protagonisti del circo bianco si trasferiscono ora negli USA a Beaver Creek dove il prossimo weekend sono in programma discesa libera, Super-G e slalom gigante.

    2015/11/29 22:34

  • Mikaela Shiffrin senza rivali nello slalom ad Aspen

    La campionessa americana Mikaela Shiffrin si è imposta con mostruosa facilità nel primo slalom speciale in programma nel weekend ad Aspen (Colorado, USA). La gara era il recupero dello slalom cancellato e metà novembre a Levi (Finalandia) a causa della poca neve ed alte temperature. La giovane statunitense ha fatto sue le due manche infliggendo oltre tre secondi di distacco nell'ordine alla slovacca Veronica Velez Zuzulova ed alla svedese Frida Hansdotter. I 3 secondi e 7 centesimi inflitti alla seconda dalla Shiffrin costituiscono il record assoluto nella storia dello slalom femminile di Coppa del Mondo. Non si vede all'orizzonte chi possa insidiare la Shiffrin in questa specialità in cui la ventenne americana è campionessa olimpica in carica (Sochi 2014) e bi-campionessa mondiale a Vail 2015 e Schladming 2013. In virtù del successo odierno la Shiffrin si porta in testa nella classifica generale della Coppa del Mondo 2016, perfezionando il sorpasso sulla nostra Federica Brignone che non le era riuscito ieri nello slalom gigante incappando in un banale quando fatale errore nella terzultima porta della seconda manche. Ci vorrà la migliore Lindsey Vonn nelle gare veloci in questa edizione della Coppa, orfana di Tina Maze (per scelta personale) e di Anna Fenninger (per grave infortunio), per tentare di contrastare lo strapotere in slalom della giovane connazionale. Tornando alla gara di oggi che dire delle nostre? Come noto lo slalom speciale femminile è la disciplina cenerentola dello sci alpino italiano, senza atleti di punta da tempo e cosa più grave senza apparenti prospettive all'orizzonte. La nostra migliore rappresentante è sempre Chiara Costazza (oggi 16ª) alla continua rincorsa al mantenimento del primo gruppo di merito, insieme alle altre due "veterane" Manuela Moelgg (oggi subito fuori nella prima manche) ed Irene Curtoni (oggi 18ª), tutte più che trentenni. Allo slalom ha partecipato anche Federica Brignone che purtroppo non è andata oltre il 28° posto (ultima) a quasi 10 secondi dalla Shiffrin senza ottenere quindi punti in classifica generale. E' incredibile come possa opposta la situazione italiana nelle due discipline tecniche femminili: nel gigante abbiamo uno squadrone capitanato dalla Brignone con tanto di giovani ricambi (es. Marta Bassino) mentre nello speciale praticamente non esistiamo. Si spera che la FISI prenda una buona volta atto del problema e ponga rimedio magari guardando a cosa fanno oltralpe. Comunque egrave; un altro giorno diceva una tal Rossella e ad Aspen si replica con un secondo slalom speciale: sarà come sempre Shiffrin spettacolo?

    2015/11/28 22:30

  • Per un centesimo Svindal beffa Peter Fill a Lake Louise

    Prima discesa libera della stagione oggi a Lake Louise (Canada) e prima vittoria di Aksel Lund Svindal. Il campione norvegese, dopo aver rincorso Peter Fill per tutta la gara, sempre indietro nei tempi intermedi, proprio sul traguardo della Men's Olympic ha beffato il nostro rappresentante imponendosi per un solo centesimo di secondo. Svindal, dopo il grave infortunio al tendine d'achille che lo ha tenuto fuori per tutta la scorsa edizione, parte così con il piede giusto nel tentativo di insidiare l'austriaco Marcel Hirscher nella conquista della Coppa del Mondo 2016. Sul terzo gradino del podio è salito oggi lo statunitense Travis Ganong. Evidentemente Lake Louise porta bene a Peter Fill visto che ben 3 dei suoi 11 piazzamenti sul podio delle gare di Coppa del Mondo li ha raggiunti proprio nella località canadese dove fra l'altro ha conquistato quella che per il momento è la sua unica vittoria, nella discesa libera della stagione sciistica 2008-2009. Abbastanza bene oggi anche gli altri italiani di punta in gara con Dominik Paris che ottiene un buon 7° posto e Christof Innerhofer che guadagna la 12ª posizione. Male invece tutti gli altri a partire da Werner Heeel che non va oltre un deludente 38° posto. In classifica generale Svindal si porta al comando davanti allo statunitense Ted Ligety, vincitore in ottobre del gigante di apertura della stagione sul ghiacciaio austriaco di Soelden, mentre terzi sono Peter Fill ed il francese Thomas Fanara. Domani a Lake Louise si replica con il Super-G.

    2015/11/28 22:19

  • Regalo Shiffrin ad Aspen e la Brignone mantiene la testa

    Sulle nevi di Aspen (Colorado, USA) è ripresa dopo un mese di sosta la Coppa del Mondo di Sci Alpino. In programma lo slalom gigante femminile anticipato al venerdi per consentire domani il recupero dello slalom speciale di Levi del 14 novembre cancellato a causa delle alte temperature e la poca neve presente in Finlandia. Forte del pettorale rosso ottenuto grazie alla vittoria nella prima gara della stagione, il gigante corso sul ghiacciaio austriaco di Soelden, la nostra Federica Brignone ha disputato un'ottima prima manche, approfittando anche del numero uno di partenza, a pochi centesimi da Mikaela Shiffrin. Incredibilmente nella seconda manche la campionessa statunitense è incappata in un banale errore alla penultima porta, quando già si apprestava ad esultare per il successo in virtù di tutti gli intertempi che la davano in grande vantaggio su tutte le avversarie. Brutta invece la seconda manche di Federica Brignone che riesce ad agguantare il terzo gradino del podio ed a mantenere quindi la leadership di Coppa del Mondo soltanto grazie all'imprevedibile regalo della Shiffrin. La vittoria è andata quindi alla svizzera Lara Gut davanti all'austriaca Eva-Maria Brem. Finisce ai piedi del podio la nostra "veterana" Manuela Moelgg con un quarto posto che ci fa ben sperare per il proseguimento della stagione. Abbastanza bene il resto del nostro "squadrone" di gigante che schierava alla partenza ben 10 atlete. Finiscono nelle quindici Nadia Fanchini (12ª), Elena Curtoni (13ª) e Marta Bassino (14ª) quest'ultima protagonista di un'impatto della mano con il palo a metà della prima manche che le ha fatto perdere il bastoncino destro e con esso un po' di concentrazione ed un secondo di troppo. Benissimo anche la "velocista" Sofia Goggia che è riuscita a piazzarsi al 16° posto in una specialità non sua. Sfortunata invece l'altra "velocista" Francesca Marsaglia, che aveva dovuto saltare la gara di apertura della stagione per un'infliuenza intestinale, che ha sbagliato completamente un passaggio di porta, forse mal memorizzata in sede di ricognizione, a metà nella seconda manche quando stava ottenendo ottimi intertempi. Fuori nella seconda manche anche Irene Curtoni mentre non si sono qualificate Karoline Pichler e Nicole Agnelli. Come detto la Brignone è quindi riuscita a mantenere la testa della classifica generale seguita da Lara Gut ed Eva-Maria Brem. La Shiffrin comunque già da domani potrà prendersi la rivincita visto che nel weekend in Colorado sono in programma ben due slalom speciali, la sua disciplina preferita. Da segnalare che l'altra grande favorita per la conquista della Coppa 2016 la statunitense Lindsey Vonn è incappata in un "incidente" nella prima manche quando ha perso uno sci il cui attacco era mal regolato o difettoso. Da quel poco che finora si è potuto vedere la coppa del mondo femminile in questa stagione orfana per scelta personale di Tina Maze e per infortunio grave di Anna Fenninger vede due sole favorite della vigilia, la Shiffrin e la Vonn, forse con la Gut a fare da possibile terzo incomodo o più probabilmente da arbitro, se sarà in grado di dimostrare continuità di risultati cosa successa raramente negli ultimi anni.

    2015/11/27 22:35

  • Avvisi ai Naviganti validi nei mari italiani

    Aggiornati gli Avvisi ai Naviganti vigenti in ciascuno dei 15 settori marittimi italiani recanti le informazioni nautiche pubblicate nel fascicolo quindicinale n. 22/2015 edito dall'Istituto Idrografico della Marina (IIM). L'archivio aggiornato comprende ora 103 avvisi riferiti a 74 località.

    2015/11/20 19:20

  • FAQ, domande ricorrenti su meteo e nautica

    Aggiornamento della pagina che raccoglie oltre 30 tra le più comuni FAQ (Frequently Asked Questions) con le risposte alle domande che più frequentemente vengono poste dai lettori nel settore della nautica meteorologia, sport e tempo libero.

    2015/11/20 16:07

Proverbi e detti meteorologici

Il proverbio meteorologico del giorno, massime, detti e perle di saggezza popolare...
Salone Nautico Internazionale di Genova

Spread BTP-Bund 10Y del 2018-11-13 17:16

Rendimento BTP3.44%
Rendimento Bund0.41%
SPREAD303
Massimo311
Minimo303
Precedente307

Spread BTP-Bund - Valore aggiornato in tempo reale del differenziale di rendimento (spread) ovvero della differenza del tasso d'interesse espressa in punti base tra i Buoni del Tesoro Poliennali italiani a 10 anni (BTP) e gli omologhi Titoli di Stato tedeschi (Bund).

Fonte: il Sole 24 Ore e MTS

EURO - Tasso di cambio del 2018-11-13

USD Dollaro USA1.1261
GBP Sterlina inglese0.86945
CHF Franco svizzero1.1368
RUB Rublo russo76.1990
JPY Yen giapponese128.32
CNY Yuan Renminbi cinese7.8354

Tasso di cambio di riferimento delle principali valute estere nei confronti dell'Euro fissato quotidianamente intorno alle ore 14:00 UTC dalla Banca Centrale Europea di concerto con le Banche Centrali dei paesi Europei ed internazionali. La tabella dei tassi di riferimento riporta la quotazione contro l'Euro di ciascuna moneta considerata.

Fonte: BCE, Banca Centrale Europea
Riviste di nautica italiane
K16PC71-news