54.80.83.123 @ 2018/09/19 09:54:57
Salone Nautico Internazionale di Genova - Edizione n. 58 dal 20 al 25 Settembre 2018

il Cybernauta
Internet e dintorni

A cura di Paolo Ciraci:
consulenza informatica, meteorologia e nautica ed inoltre sport, tempo libero, turismo, enogastronomia, bricolage e termoidraulica. Ideazione, creazione e gestione di siti web, servizi Internet e social network, ICT/EDP manager & SEO.

Aggiornamento sito
2018/09/18 14:46

Il Ciclismo in Cifre - Vuelta a España 2018, statistiche, risultati e classifiche del 73░ Giro di Spagna

Ordine d'arrivo dell'ultima tappa

1. Elia Viviani (ITA)
2. Peter Sagan (SVK)
3. Giacomo Nizzolo (ITA)

Classifica generale della maglia rossa

1. Simon Philip Yates (GBR)
2. Enric Mas Nicolau (ESP)
3. Miguel Angel Lopez Moreno (COL)

Salone Nautico Internazionale di Genova 2018

Le ultime notizie in ambito clima e meteo, nautica, sport e tempo libero in collaborazione con gli amici di Termoidraulica Nigrelli, Coico+3 Articoli Termoidraulici, Pescetelli Impianti e Termoidraulica Coico, aziende di Roma specializzate nelle forniture, installazione e manutenzione di impianti di condizionamento, riscaldamento, climatizzazione, pannelli solari termici e fotovoltaici, caldaie, climatizzatori, termoclima e gas.

Potete contattare il Cybernauta via e-mail: Mailto@cybernauta

Il Cybernauta è presente anche su Twitter: Twitter@cybernauta

Generalmente tutti ricevono una risposta purché l'argomento non sia già trattato tra le FAQ.

Novità e notizie n. 30

  • Avvisi ai Naviganti vigenti nei mari italiani

    Aggiornamento degli Avvisi ai Naviganti in vigore in ciascuno dei 15 settori marittimi italiani recanti le informazioni nautiche pubblicate nel fascicolo quindicinale n. 04/2016 edito dall'Istituto Idrografico della Marina (IIM). Nell'archivio aggiornato sono elencati ora 72 avvisi relativi a 50 località.

    2016/02/19 22:24

  • Lara Gut trionfa nella prima discesa di La Thuile

    La Coppa del Mondo femminile è di nuovo approdata in Italia nella nuova inedita tappa di La Thuile dove questo fine settimana sono in programma due discese libere ed un super-g. Oggi sulla difficile pista 3 Franco Berthod perfettamente innevata si è disputato il recupero della discesa libera cancellata per la troppa neve caduta lo scorso weekend a Crans Montana (Svizzera) e l'elevetica Lara Gut ha messo a segno il suo secondo colpo vincente consecutivo. Dopo la vittoria nel super-g di Garmisch Partenkirchen (Germania) lo scorso 7 Febbraio la campionessa ticinese si è ripetuta oggi imponendosi anche in discesa dando prova di una supremazia assoluta su tutte le avversarie. Alle spalle della Gut, con oltre un secondo di distacco, si è classificata Cornelia Huetter mentre per un solo centesimo dall'austriaca si è piazzata la nostra bravissima Nadia Fanchini che dopo due quarti posti quest'anno è finalmente riuscita a salire sul podio da cui mancava da quasi una anno (gigante di Åre, marzo 2015). Molto bene anche Elena Curtoni (7ª) e Johanna Schnarf (11ª) mentre finiscono più indietro, oltre il 15° tutte le altre nostre rappresentanti. La supercampionessa americana Lindsey Vonn, dopo 5 vittorie in discesa quest'anno (9 in totale) oggi non è riuscita a concludere la gara dopo aver perso malamente uno sci poco dopo il primo intertempo quando comunque non sembrava in grado in questa occasione di impensierire Lara Gut che in virtù del successo odierno per soli 13 punti si è riportata in testa alla classifica generale della Coppa del Mondo. Domani, nella seconda discesa libera in programma a La Thuile, ci sarà la rivincita e sicuramente la Vonn non si lascerà sfuggire l'occasione di riprendersi la leadership e magari centrare la 77ª vittoria in carriera alla caccia del mitico record di successi di Ingemar Stenmark.

    2016/02/19 17:23

  • ROMA 2024, svelato il progetto della cadidatura

    Logo Roma 2024

    Presso il Palazzo dei Congressi dell'EUR (Roma) il Comitato Roma 2024 ha presentato questa mattina agli oltre 1000 invitati il dossier a sostegno della candidatura della Capitale ad ospitare i Giochi Olimpici e Paraolimpici estivi nel 2024. Sono intervenuti sul palco tra gli altri il Presidente del CONI Giovanni Malagò che ha presentato anche il messaggio di saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il Presidente del Comitato Promotore Luca Cordero di Montezemolo. Illustrati tra l'altro tutti i costi del Progetto Olimpico tra cui 2.1 miliardi di euro per la realizzazione dei nuovi impianti permanenti necessari per ospitare la XXXIIIª Olimpiade estiva. Sul sito ufficiale del Comitato promotore (www.2024roma.org) sono disponibili tutti i dettagli del progetto, le slide degli interventi, il documento di valutazione economica e la brochure illustrativa.

    2016/02/17 16:35

  • Mikaela Shiffrin rientra e vince a Crans Montana

    La regina dello slalom è tornata. Dopo due mesi di lontananza dalle gare per l'infortunio subito ad Åre nel riscaldamento pregara, la giovane campionessa americana Mikaela Shiffrin è tornata oggi a gareggiare nello slalom speciale di Crans Montana (Svizzera) e naturalmente... ha vinto, dando l'ennesima prova di una superiorità assoluta tra i pali stretti rispetto a tutte le avversarie. Per la Shiffrin si tratta della 18ª vittoria in Coppa del Mondo e del 28° podio da aggiungere naturalmente alla medaglia d'oro olimpica (Sochi 2014) ed al doppio oro mondiale (Schladming 2013 e Vail / Beaver Creek 2015). E' davvero un peccato che la Coppa del Mondo abbia perso così presto (12 Dicembre scorso) la più sicura rivale di Lindsey Vonn per la conquista della sfera di cristallo. A far da damigelle d'onore alla Shiffrin sono salite oggi sul podio a sorpresa la francese Nastasia Noens e la canadese Marie-Michele Gagnon mentre tutte le altre protagonista dello slalom in questi ultimi due mesi sono finite più indietro o fuori gara. Per la Noens si tratta del migliore risultato in carriera dopo aver conseguito due terzi posti (Flachau, gennaio 2011 e Bormio, gennaio 2014). Anche per la Gagnon si tratta del terzo podio della carriera, due volte sul gradino più basso ed una vittoria in supercombinata ad Altenmarkt-Zauchensee a gennaio 2014. La leader della classifica di specialità, la svedese Frida Hansdotter, questa volta non è riuscita ad andare oltre il sesto posto, meglio comunque delle avversarie dirette la slovacca Veronika Velez Zuzulova e la ceca Sarka Strachova oggi non brillanti come nelle gare precedenti. Malissimo come al solito le poche italiane in gara con la migliore, si fa per dire, Federica Brignone classificatasi al 16° posto in una specilità comunque non sua. Non vorremmo che i responsabili della FISI invece di pensare a trovare una soluzione per questa specialità cenerentola pensassero a tamponare il problema distogliendo la nostra migliore sciatrice dalla preparazione nelle altre discipline (gigante e super-g). Dopo questo lungo weekend svizzero, con poche gare però, le ragazze si trasferiscono ora in Italia a La Thuile dove sono in programma una discesa libera ed un super-g e dove potrebbe anche essere recuperata la discesa che in questi giorni non si è potuta disputare a Crans Montana per le sfavorevoli condizioni nivometeorologiche.

    2016/02/15 15:35

  • Troppa neve a Crans Montana, cancellate le discese

    Oltre due metri di neve in pochi giorni a Crans Montana (Svizzera) sono troppi e nonostante gli sforzi degli organizzatori non è stato possibile disputare sia la discesa libera femminile che la supercombinata. Dopo prove cronometrate accorciate e svolte in condizioni di dubbia sicurezza per le atlete la FIS aveva dapprima spostato la discesa dal sabato alla domenica annullando la supercombinata senza possibilità di recupero e quindi oggi ha dapprima rimandato di due ore ed infine cancellato definitivamente la gara. A questo punto non è dato sapere se la discesa libera potrà essere recuperata considerato che l'unica data e località possibile è il prossimo venerdi 19 Febbraio a La Thuile dove già sono in calendario una discesa libera ed un super-g. Domani, salvo ulteriori problemi nivometeorologici a Crans Montana si dovrebbe disputare lo slalom speciale, recperodi quello di Maribor cancellato durante la prima manche.

    2016/02/14 12:55

  • Il ritorno alla vittoria di Felix Neureuther a Yuzawa Naeba

    Il tedesco Felix Neureuther è tornato oggi ad imporsi in una gara di Coppa del Mondo dopo oltre un anno di digiuno (slalom di Wengen a Gennaio 2015). Sul facile pendio di Yuzawa Naeba (Giappone), in condizioni nivo-meteorologiche non certo ottimali (alta temperatura, umidità, pioggia e nebbia) Neureuther è salito sul gradino più alto del podio facendo così meglio del padre Christian che sulla stessa pista si piazzò al terzo posto esattamente 41 anni fa (Febbraio 1975). Alle spalle del tedesco si è piazzato lo svedese Andre Myhrer che, a parte il piazzamento nel gigante parallelo dell'Alta Badia, mancava da podio di una gara "vera" da oltre due anni (slalom di Adelboden a Gennaio 2014) mentre al terzo posto si è classificato il giovane austriaco Marco Schwarz al suo secondo podio dopo il piazzamento nello slalom di Madonna di Campiglio lo scorso Dicembre. Il padrone assoluto della disciplina quest'anno, il norvegese Henrik Kristoffersen (6 vittorie quest'anno), non è riuscito questa volta ad andare oltre la settima piazza senza riuscire quindi ad approfittare dell'inforcata di Marcel Hirscher dopo poche porte nella prima manche. In classifica generale pertanto ora il campione austriaco conduce per meno di 100 punti su Kristoffersen ma può contare su ben 5 gare di slalom gigante fino alla fine della stagione per cui non dovrebbe avere alcun problema ad aggiudicarsi ampiamente la sua quinta sfera di cristallo consecutiva grazie al grave infortunio di Aksel Lund Svindal, il più pericoloso rivale del campione austriaco. Tornando alla gara odierna da segnalare la brutta prestazione degli italiani, orfani di Giuliano Razzoli fuori fino al termine della stagione per il grave infortunio al tendine d'achille. Il solo Stefano Gross è riuscito ad entrare tra i primi quindici (11° ma era secondo dopo la prima manche) mentre Patrick Thaler, ottavo dopo la prima manche, incappa nel momento peggiore di pioggia e nebbia della seconda discesa e finisce addirittura al 18° posto. Il circo bianco maschile rientra ora in Europa dove già venerdi prossimo a Chamonix (Francia) è in programma la supercombinata con Marcel Hirscher osservato speciale.

    2016/02/14 12:50

  • Alexis Pinturault, un gigante... a Yuzawa Naeba

    Dopo quasi due mesi di stop per le alterne vicende dovute alle difficili condizioni meteo e d'innevamento in Europa, si è tornato oggi a finalmente gareggiare nello slalom gigante maschile. Sulle nevi giapponesi di Yuzawa Naeba è tornato alla vittoria dopo quasi un anno (Kranjska Gora, Marzo 2015) il francese Alexis Pinturault che in questa stagione non era mai riuscito a salire sul podio se si esclude la supercombinata (disciplina più che secondaria) di Kitzbuehel conquistata il mese scorso. Con un'impeccabile condotta di gara in entrambe le manche il francese si è imposto agevolmente sul connazionale Mathieu Faivre, al primo podio della carriera, mentre sul gradino più basso è salito a sorpresa il nostro Massimiliano Blardone, migliore tempo della seconda manche, che invece di podi ne ha conquistati ben 25 nella sua lunga esperienza in Coppa del Mondo, tutti in questa specialità dove si è imposto per ben 7 volte. Il 36enne piemontese, fortemente penalizzato dall'adozione tre anni fa dei nuovi sci dal raggiodi curvatura più ampio, mancava dal podio da quattro anni quando trionfò nello slalom gigante di Kranjska Gora a Marzo 2012. Ammirevole la caparbietà e la serietà del nostro grande campione che con impegno e dedizione, nonostante le delusioni, è riuscito ad ottenere questo brillante risultato dopo aver annunciato da tempo il ritiro dall'attività agonistica a fine anno. In ogni caso prima del termine della stagione sono in programma ben cinque appuntamenti con lo slalom gigante e chissà che il grande Max non ci regali qualche altra bella soddisfazione. Tornando alla gara odierna da segnalare la buona prestazione degli altri componenti la squadra azzurra con Roberto Nani (9°, da cui però ci si aspettava di più), Florian Eisath (10°), Manfred Moelgg (13°) e Riccardo Tonetti (14°). Per quanto riguarda invece la lotta in testa alla classifica generale della Coppa del Mondo buona la prestazione del norvegese Henrik Kristoffersen che con il quarto posto ottenuto oggi ha scavalcato il connazionale Aksel Lund Svindal che come noto è fuori dal gioco per infortunio fino a fine stagione, portandosi al al secondo posto alle spalle dll'austriaco Marcel Hirscher, oggi non particolarmente brillante con il suo sesto posto. Domani in Giappone è in programma lo slalom speciale, terreno particolarmente gradito a Kristoffersen che quest'anno in questa specialità ha inanellato 6 vittorie ed un secondo posto su sette gare disputate... Risultato scontato quindi?

    2016/02/13 11:40

  • Avvisi ai Naviganti validi nei mari italiani

    Aggiornamento degli Avvisi ai Naviganti vigenti in ciascuno dei 15 settori marittimi italiani recanti le informazioni nautiche pubblicate nel fascicolo quindicinale n. 03/2016 edito dall'Istituto Idrografico della Marina (IIM). Nell'archivio aggiornato sono compresi ora 76 avvisi relativi a 54 località.

    2016/02/09 21:10

  • Lara Gut conquista Garmisch Partenkirchen

    Ebbene si, questa volta la notizia è che Lindsey Vonn dopo 5 vittorie consecutive e 9 dall'inizio della stagione oggi non ha vinto... Nel super-g di Garmisch Partenkirchen (Germania) si è infatti imposta l'elvetica Lara Gut, che non godeva dei favori del pronostico, grazie ad una prestazione precisa ed impeccabile che l'ha sempre vista in vantaggio sulla campionessa statunitense in tutti gli intertempi. La Vonn è stata preceduta sul podio anche dalla tedesca Viktoria Rebensburg che conferma quindi il suo ottimo stato di forma raggiunto nelle ultime settimane. Per Lara Gut si tratta della quarta vittoria quest'anno, la prima nel super-g dopo quelle ottenute in discesa libera, slalom gigante e supercombinata. L'elvetica non s'imponeva in questa specialità da oltre un anno (Lake Louise, dicembre 2014). Grazie ai risultati odierni si accorciano i distacchi in vetta della classifica generale con Lindsey Vonn sempre saldamente al comando ma ora con meno di 100 punti di vantaggio su Lara Gut e meno di 200 dalla Rebensburg. A questo punto la Gut non può che rammaricarsi dei tanti punti persi per strada ed in particolare lo slalom gigante di Maribor quando l'elvetica è uscita malamente nella seconda manche dopo aver concluso al terzo posto la prima discesa. Tornando alla gara odierna benino la squadra italiana che ha piazzato 7 atlete tra le prime venti con buone prestazioni in particolare di Nadia Fanchini (8ª) e Federica Brignone (9ª). Le altre: Elena Curtoni (11ª), Sofia Goggia (15ª), Johanna Schnarf (16ª), Daniela Merighetti (17ª) e Francesca Marsaglia (18ª). Purtroppo la romana che si era resa protagonista di un'ottima prima parte della stagione dopo la caduta subita nel super-g di Cortina d'Ampezzo sembra aver subito un contraccolpo psicologico e non è più riuscita ad ottenere prestazioni in linea con i buoni piazzamenti precedenti. Il prossimo weekend la Coppa del Mondo femminile sarà in scena a Crans-Montana (Svizzera) dove sono in programma la discesa libera, la super combinata e lo slalom speciale quest'ultimo recupero di quello di Maribor cancellato il 31 Gennaio durante la prima manche per le cattive condizioni della pista.

    2016/02/07 16:35

  • Trionfo di Carlo Janka nel Super-G di Jeongseon

    Sulla nuovissima pista olimpica di Jeongseon (Corea) si è disputato oggi il primo super-g maschile che ha visto Carlo Janka tornare al successo dopo tanti anni di digiuno. L'elvetico, a parte la supercombinata di Wengen 2015, non saliva sul gradino più alto del podio addirittura dallo slalom gigante di Kranjska Gora a Marzo 2011, un gradito ritorno quindi per il vincitore della Coppa del Mondo 2010. Su un bel tracciato reso insidioso dai numerosi dossi Janka si è reso protagonista di una discesa impeccabile e senza sbavature che gli ha permesso di infliggere oltre 8/10' di distacco la nostro Christof Innerhofer e più di un secondo al terzo classificato, l'austriaco Vincent Kriechmayr, uno dei migliori interpreti di questa specialità. Per il finanziere altoatesino si tratta del 13° podio della carriera che giunge però dopo quasi due anni di astinenza (2° posto nella discesa libera delle finali dellla Coppa 2014 a Lenzerheide). Bene anche l'altro nostro rappresentante Peter Fill che ottiene un ottimo quinto posto utilissimo ai fini della classifica generale che vede il carabiniere di Castelrotto ben piazzato in 5ª posizione dopo il terzetto norvegese che segue il leader assoluto Marcel Hirscher. La pista di Jeongseon si è rivelata molto più insidiosa del previsto e molti dei protagonisti attesi non sono riusciti a concludere la gara. In particolare il norvegese Kjetil Jansrud per un salto di porta ha perso un'occasione fondamentale per avvicinarsi ulteriormente al podio virtuale della classifica generale e di quello della classifica di specialità che comunque molto probabilmente vedrà il successo di Aksel Lund Svindal nonostante il campione norvegese sia fuori per tutto il resto della stagione per il grave infortunio subito a Kitzbuehel. Da segnalare ancora nella gara odierna il buon piazzamento del nostro Mattia Casse (13°) ed il settimo posto ottenuto da Hirscher che si avvicina così sempre di più alla conquista della sua quinta sfera di cristallo consecutiva.

    2016/02/07 16:10

  • Lindsey Vonn dominatrice a Garmisch Partenkirchen

    Impressionante performance della super campionessa americana oggi nella discesa libera di Garmisch Partenkirchen (Germania). Sulla difficilissima pista Kandahar 1 sulle pendici dello Zugspitze Lindsey Vonn ha inflitto oltre un secondo e mezzo di distacco alla seconda, l'elevetica Fabienne Suter che invece ha preceduto di una manciata di centesimi la tedesca Viktoria Rebensburg. Ormai gli aggettivi sono superflui per descrivere la superiorità assoluta della statunitense che con quella di oggi ha raggiunto un totale di 76 vittorie in carriera nella Coppa del Mondo ed ormai inquadra nel mirino il record assoluto di 86 successi detenuto dallo svedese Ingemar Stenmark. Considerato che la Vonn a poco più di metà stagione ha già ottenuto 9 vittorie in tre specialità se continuerà con questo ritmo già il prossimo anno potrebbe riuscire nell'impresa nonostante il presumibile rientro dell'infortunata Anna Fenninger e forse di Tina Maze ferma nel suo anno sabbatico. In classifica generale la Vonn allunga ulteriormente sull'elevetica Lara Gut oggi soltanto 14ª dopo il grave passo falso la scorsa settimana in slalom gigante. Domani a Garmisch è in programma il super-g e la Gut più che pensare ad insidiare la leadership della Vonn dovrà guardarsi alle spalle per difendere il secondo posto dal ritorno della Rebensburg in grande forma da alcune settimane ormai. Benino oggi le italiane con le sorelle Nadia ed Elena Fanchini rispettivamente 8ª e 9ª, Sofia Goggia (11°) e Daniela Merighetti (15ª). Più indietro Johanna Schnarf (23ª) e soprattutto Francesca Marsaglia (26ª) che dopo una stagione molto positiva nelle ultime gare sembra aver perso la forma e la brillantezza che finora l'avevano accompagnata.

    2016/02/06 15:45

  • Kjetil Jansrud, primo vincitore nell'olimpica Jeongseon

    Si è disputata oggi la prima discesa libera sulla nuovissima pista di Jeongseon (Corea) progettata da Bernard Russi per ospitare la prossima edizione dei giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018. La vittoria è andata al grande favorito della vigilia, il norvegese Kjetil Jansrud che così ha ottenuto per gli scandinavi il sesto successo su otto discese finora disputate dopo i quattro centri di Svindal e quello di Kilde la scorsa settimana a Garmisch Partenkirchen. Come si dice... cambiando l'ordine dei fattori il prodotto non cambia. Al secondo posto si è piazzato oggi il nostro Dominik Paris che finalmente è risucito a salire sul podio per la prima volta in questa stagione. Terzo si è classificato lo statunitense Steven Nyman che ha dato un grosso dispiacere a Peter Fill che per la solita manciata di centesimi è finito ai piedi del podio. Nella classifica di specialità, sempre condotta da Aksel Lund Svindal che per infortunio ha chiuso anzitempo la stagione, Fill mantiene la seconda posizione precedendo ora Jansrud ed il francese Adrien Theaux. Alla fine della stagione mancano tre sole discese libere e pertanto il podio finale è ancora completamente da disegnare. Domani sulla bella ma facile pista coreana è in programma il super-g cui parteciperà anche il leader della classifica generale Marcel Hirscher e chissà che l'austriaco, considerate le caratteristiche del tracciato, non riesca a piazzare la zampata vincente in una specilità non sua come già gli è successo a Beaver Creek ad inizio Dicembre.

    2016/02/06 15:30

  • Popolarità delle riviste nautiche italiane

    Aggiornato con i dati relativi al mese di gennaio 2016 il grafico delle percentuali di gradimento da parte dei lettori delle riviste di nautica italiane presenti nella consueta panoramica mensile degli argomenti trattati: Bolina, il Gommone, Giornale della Vela, Nautica, Vela e Motore.

    2016/02/01 15:00

  • Agenda Nautica 2016

    Aggiornamento del calendario internazionale delle manifestazioni nautiche. Diario giornaliero delle regate veliche e delle altre competizioni sportive, saloni nautici, fiere, meeting e tutti gli altri eventi nautici in programma nel 2016 in Italia e in tutto il mondo.

    2016/02/01 09:45

  • Sci Alpino in Cifre - Cancellate le gare odierne

    Entrambe cancellate le gare della Coppa del Mondo 2016 in calendario oggi. A causa di un forte nevicata è stato cancellato lo slalom gigante maschile in programma a Garmisch Partenkirchen (Germania) mentre dopo 25 discese nella prima manche è stato cancellato lo slalom speciale femminile di Maribor (Slovenia) a causa delle pessime condizioni della pista Radvanje che non garantiva assolutamente la sicurezza delle atlete. Al momento non è data sapere se e quando le gare saranno recuperate considerato il fitto calendario. La FIS ha inoltre comunicato che lo slalom speciale maschile di Levi (Finlandia) cancellato ad inizio stagione non verrà PIù recuperato.

    2016/01/31 10:45

  • La Rebensburg si aggiudica anche il gigante di Maribor

    Secondo slalom gigante consecutivo conquistato dalla tedesca Viktoria Rebensburg. Dopo il successo ottenuto a Flachau (Austria) il 13 gennaio la campionessa olimpica della specialità a Vancouver 2010 si è imposta brillantemente anche oggi a Maribor (Slovenia). La gara è stata pesantemente influenzata dalle condizioni della pista Pohorje 2, una lingua bianca in mezzo ai prati verdi, che a causa delle alte temperatura si è andata deteriorando discesa dopo discesa. Alle spalle della tedesca, come a Flachau, è salita di nuovo sul podio la slovena Ana Drev con il pubblico in visibilio per la grande prestazione dell'atleta di casa mentre sul gradino più basso troviamo la rappresentante del Liechtenstein Tina Weirather. Non hanno concluso la seconda manche sia Lindsey Vonn che Lara Gut rispettivamente prima e seconda della classifica generale della Coppa del Mondo. In particolare l'elvetica ha gettato al vento un'ottima occasione per sorpassare nuovamente l'americana considerato il terzo posto ottenuto nella prima manche mentre la Vonn non era andata oltre la 12ª posizione a due secondi e mezzo dalla leader Eva-Maria Brem. Con i 100 punti conquistati oggi la Rebensburg ha scavalcato al terzo posto in classifica generale Frida Hansdotter che comunque domani avrà la possibilità di rifarsi visto che a Maribor è in programma lo slalom speciale di cui la svedese conduce la classifica di specialità. Per quanto riguarda le italiane che come al solito schieravano ben 10 atlete alla partenza, più di qualunque altra nazione, dobbiamo registrare una prestazione di squadra abbastanza buona con 5 sciatrici tra le prime quindici: Nadia Fanchini (8ª), Marta Bassino (9ª), Manuela Moelgg (12ª), Elena Curtoni (14ª) ed Irene Curtoni (15ª). Purtroppo la nostra migliore rappresentante, Federica Brignone è uscita malamente all'inizio della prima manche perdendo così il terzo posto nella classifica di specialità che vede ora la Rebensburg insidiare da vicino la Brem mentre Lara Gut è scesa al terzo posto.

    2016/01/30 17:25

  • Kristoffersen trionfa anche in notturna a Schladming

    Il classico slalom speciale in notturna sulla Planai di Schladming (Austria) è stato forse la gara più emozionante dell'intera stagione sciistica giunta ormai a metà del suo percorso. Il norvegese Henrik Kristoffersen ha centrato la sesta vittoria su sette slalom finora disputati precedendo l'austriaco Marcel Hirscher, niente di strano quindi, tutto come da copione ma sono le modalità con cui si è arrivati a tale risultato che hanno reso questa gara particolarmente avvincente ed appassionante. Basti pensare che al termine della prima manche Kristoffersen, non brillante come al solito, era terzo con oltre un secondo di distacco dal tedesco Felix Neureuther (pettorale n. 1), autore della sua migliore discesa della stagione, mentre Hirscher era addirittura 22° con un ritardo di ben due secondi e 59 centesimi nonostante il campione austriaco, sceso con il pettorale n. 4, non fosse incappato in errori di alcun tipo e la pista non si fosse ancora rovinata a causa dell'alta temperatura. Si è pensato dapprima ad un problema nel sistema di cronometraggio ma è stato lo stesso Hirscher a spiegare agli increduli giornalisti nel parterre che gli era stato montato al rovescio il filtro nella maschera che quindi si era appannata dopo il secondo intertempo costringendolo a scendere quasi al buio. Nella seconda manche però, nonostante la foschia in arrivo, Hirscher si è scatenato pennellando un discesa spettacolare facendo registrare un tempo strepitoso lasciandosi dietro tutti gli avversari che lo procedevano. Soltanto Kristoffersen, sceso 19 numeri dopo Hirscher è riuscito a sopravanzare il campione austriaco grazie ad una manche questa volta impeccabile e forte anche del secondo e mezzo di vantaggio accantonato nella prima discesa. Restava da assistere alla manche di Neureuther che, come detto disponeva di ampio vantaggio su Kristoffersen, ma il tedesco inforcava malamente vedendo così svanire i sogni di vittoria. Per quanto riguarda gli italiani, orfani di Giuliano Razzoli fuori per tutta la stagione per il serio infortunio subito nello slalom di Kitzbuehel, dobbiamo registrare il 6° posto per Stefano Gross e l'8° di Patrick Thaler. Si tratta comunque di buoni piazzamenti anche se qualcosa in più ci aveva fatto sperare Gross che al termine della prima manche era secondo a 50 centesimi da Neureuther. In virtù del riultato odierno in classifica generale Hirscher ha scavalcato definitivamente il norvegese Aksel Lund Svindal per il quale purtroppo la stagione è terminata anzitempo a causa dell'infortunio subito sulla Streif di Kitzbuehel. La Coppa del Mondo maschile si trasferisce ora a Garmisch Partenkirchen (Germania) dove nel prossimo weekend sono in programma discesa libera e slalom gigante.

    2016/01/26 22:18

  • Kristoffersen strepitoso centra la cinquina a Kitzbuehel

    Con la fantastica vittoria odierna sulla Ganslern di Kitzbuehel (Austria) Henrik Kristoffersen ha centrato le quinta vittoria sui sei slalom speciali finora disputati... e quando non ha vinto il norvegese è arrivato secondo, un ruolino di marcia assolutamente eccezionale. La gara odierna non era iniziata nel migliore dei modi. Il nostro Giuliano Razzoli che dopo tanto tempo rientrava nel primo minigruppo di merito partito con il pettorale n. 1 dopo poche porte si accasciava a terra tenedosi il ginocchio sinistro. Per lui è stato necessario il soccorso con l'elicottero cosa questa assolutamente inedita per una gara di slalom. Per il nostro bravo slalomista si sospetta una lesione del crociato molto simile all'infortunio che ieri ha privato la Coppa del Mondo di uno dei grandi protagonisti, il norvegese Aksel Lund Svindal che detiene tuttora la leadership ma che ha dovuto concludere la stagione anzitempo a causa della paurosa caduta che lo ha visto coinvolto ieri sulla Streif in discesa libera. Anche per Razzoli la stagione è finita mentre potrebbe rientrare tra qualche settimana l'altra grande "vittima" di Kitzbuehel, i'idolo di casa Hannes Reichelt, anche lui caduto ieri sulla Streif e trasportato in ospedale con l'elicottero. Tornando alla gara di oggi bisogna dire che Kristoffersen nella prima manche è incappato forse nell'unico errore di tutta la stagione tanto da piazzarsi addirittura al 12° posto con oltre 8/10 di ritardo dal leader, il tedesco Fritz Dopfer. Ebbene, nella seconda prova il norvegese ha pennellato forse una delle più belle manche di slalom della storia, sui livelli del migliore Alberto Tomba, riuscendo a risalire fino alla prima posizione. Soltanto il grande Marcel Hirscher (quarto dopo la prima manche con mezzo secondo di vantaggio su Kristoffersen) è riuscito a tenere il passo del norvegese finendogli alle spalle per soli 3 centesimi. Terzo si è classificato Dopfer al primo podio della stagione. Per quanto riguarda gli italiani detto della gara sfortunata di Razzoli avevamo in Stefano Gross la seconda cartuccia da sparare. Purtroppo il finanziere altoatesino, terzo la scorsa settimana nello slalom di Wengen, era reduce da un fastidioso infortunio in allenamento e non ha potuto rendere al massimo sfruttando il favorevole pettorale di partenza (n. 2) ottenendo comunque alla fine un onorevole 13° posto. Ci ha pensato comunque il 38enne Patrick Thaler a tenere in alto i nostri colori agguantando un fantastico 5° posto e con esso il ritorno nel primo gruppo di merito della specialità. Bene anche l'altro veterano Manfred Moelgg (10°). Una vera disdetta il grave infortunio per nostro Razzoli che gara dopo gara (2° la scorsa settimana a Wengen) stava tornando su livelli olimpici (medaglia d'oro a Vancouver 2010) anche in vista del prestigioso slalom notturno di martedi prossimo a Schladming (Austria).

    2016/01/24 17:35

  • E' Lindsey Vonn l'unica regina di Cortina d'Ampezzo

    Ennesimo record stabilito oggi da Lindsey Vonn nel super-g di Cortina d'Ampezzo. Oltre all'ennesima vittoria, la 75ª della carriera che le ha consentito di riconquistare la vetta della classifica generale di Coppa de Mondo, la campionessa statunitense ha segnato anche il record assoluto di successi ottenuti nella località ampezzana (11 vittorie dal 2008) superando l'austriaca Renate Goetschl (10 vittorie dal 1999 al 2007) e fregiandosi così anche del simbolico titolo di Regina di Cortina. Come al solito la Vonn oggi sull'Olympia delle Tofane è stata impeccabile nella conduzione della gara surclassando tutte le avversarie. Oggi a tenerle compagnia sul podio della Perla delle Dolomiti sono salite la rappresentante del Liechtenstein Tina Weirather e la tedesca Viktoria Rebensburg mentre l'elevetica Lara Gut, fino a ieri leader della classifica generale, non è andata oltre il quinto posto superata anche dall'austriaca Cornelia Huetter. Qualcosa di più si sperava dalle italiane in gara oggi dopo i buoni piazzamenti di Schnarf e Stuffer nella discesa libera di ieri. Ad ogni modo troviamo comunque 4 azzurre tra le quindici, Federica Brignone (9ª), Elena Curtoni (10ª), Sofia Goggia e Nadia Fanchini (15esime ex aequo). Peccato per Francesca Marsaglia finita fuori gara in prossimità del traguardo quando si stava rendendo protagonista di una buonissima prestazione. Speriamo che il contraccolpo psicologico non influisca troppo sulla romana che sta vivendo in questa stagione un ottimo momento di forma. La Coppa del Mondo femminile il prossimo weekend si trasferisce a Maribor (Slovenia) dove sono in programma uno slalom gigante ed uno speciale con Lara Gut che tra le porte larghe dovrà dare il meglio di sé per tentare di riconquistare la leadership assoluta.

    2016/01/24 17:19

  • Kitzbuehel incorona Peter Fill nuovo re della Streif

    Nel tempio dello sci di Kitzbuehel (Austria) il nostro Peter Fill si è aggiudicato oggi la mitica Streif, la più prestigiosa gara dell'intero panorama della Coppa del Mondo. E' il terzo italiano nella storia ad aggiudicarsi la leggendaria discesa libera dopo Kristian Ghedina nel 1998 e Dominik Paris nel 2013. A causa delle avverse condizioni meteorologiche la partenza è stata leggermente abbassata di due porte per evitare che il vento potesse rendere pericoloso il celebre salto Mausefalle ma ciò naturalmente nulla toglie alla perfetta interpretazione della gara da parte del 33enne carabiniere di Castelrotto che oggi prendeva il via per la 301ª volta in una gara di Coppa del Mondo. Per Fill si tratta della seconda vittoria in carriera (la prima a Lake Louise nel 2008) e del 14° podio (il terzo in questa stagione). Alle spalle del nostro rappresentante si sono classificati nell'ordine gli svizzeri Beat Feuz e Carlo Janka: un podio che probabilmente nessuno avrebbe pronosticato alla vigilia. I favoriti per la gara odierna erano ovviamente il norvegese Aksel Lund Svindal, leader della classifica generale di Coppa del Mondo, vincitore di quattro discese in questa stagione e vincitore sulla stessa pista ieri del super-g, nonché l'idolo di casa Hannes Reichelt vincitore nel 2014 sulla Streif e ieri terzo nel super-g. Ebbene entrambi non hanno finito la gara vittime di paurose cadute quando comunque avevano fatto registrare intertempi che non avrebbero impensierito Peter Fill. L'austriaco, cui l'airbag ha evitato probabilmente grossi problemi fisici, si è dapprima rialzato ma è stato comunque soccorso con l'elicottero che non è stato necessario invece per Svindal nonostante il volo rovinoso tra le reti di protezione. Anche per l'altro austriaco Georg Streitberger è stato necessario elisoccorso dopo una caduta spaventosa. Ben 6 sono state le cadute o comunque i ritirati per clamorosi salti di porta a dimostrazione dell'assoluta difficoltà della discesa di Kitzbuehel. A causa delle peggiorate condizioni ambientali (vento e foschia in arrivo) la giuria ha considerato conclusa la gara dopo i primi 30 giunti all'arrivo impedendo così la discesa del nostro Mattia Casse (pettorale n. 45) ieri buon 7° in super-g e con il migliore tempo nella prova della discesa libera. La caduta odierna di Svindal ha impedito al norvegese di allungare in classifica generale su Marcel Hirscher bilanciando così in qualche modo i punti persi dall'austriaco ieri nella combinata alpina quando è stato squalificato per una vistosa inforcata nella manche di slalom. Domani comunque Hirscher avrà la possibilità di rifarsi visto che a Kitzbuehel è in programma lo slalom speciale ma in ogni caso Svindal manterrà la leadership visto che il vantaggio che gode sull'austriaco è superiore a 100 punti.

    Aggiornamento: si è rivelato molto più grave del previsto l'infortunio subito da Svindal in seguito alla rovinosa caduta sulla Streif. Subito ricoverato all'ospedale di Innsbruck, nonostante si fosse rialzato da solo e guadagnato il traguardo sulle sue gambe, il norvegese è stato immediatamente operato per la rottura del crociato del ginocchio destro e quindi stagione finita per lui. La Coppa del Mondo perde così uno dei grandi protagonisti.

    2016/01/23 17:02

Proverbi e detti meteorologici

Il proverbio meteorologico del giorno, massime, detti e perle di saggezza popolare...
Salone Nautico Internazionale di Genova

Spread BTP-Bund 10Y del 2018-09-18 14:30

Rendimento BTP2.66%
Rendimento Bund0.46%
SPREAD220
Massimo227
Minimo220
Precedente224

Spread BTP-Bund - Valore aggiornato in tempo reale del differenziale di rendimento (spread) ovvero della differenza del tasso d'interesse espressa in punti base tra i Buoni del Tesoro Poliennali italiani a 10 anni (BTP) e gli omologhi Titoli di Stato tedeschi (Bund).

Fonte: il Sole 24 Ore e Bloomberg

EURO - Tasso di cambio del 2018-09-17

USD Dollaro USA1.1671
GBP Sterlina inglese0.88875
CHF Franco svizzero1.1236
RUB Rublo russo79.4113
JPY Yen giapponese130.79
CNY Yuan Renminbi cinese8.0139

Tasso di cambio di riferimento delle principali valute estere nei confronti dell'Euro fissato quotidianamente intorno alle ore 14:00 UTC dalla Banca Centrale Europea di concerto con le Banche Centrali dei paesi Europei ed internazionali. La tabella dei tassi di riferimento riporta la quotazione contro l'Euro di ciascuna moneta considerata.

Fonte: BCE, Banca Centrale Europea
Riviste di nautica italiane
K16PC71-news